SEO Google: i cambiamenti che saranno apportati dal brand nel 2018

SEO Google: i cambiamenti che saranno apportati dal brand nel 2018

Autore: Cristina Skarabot
SEO Google: lotta ai contenuti di bassa qualità e alle fake news con nuovi algoritmi
Nuovi algoritmi per contrastare i contenuti di bassa qualità e lo spam sui motori di ricerca: continuerà in tal senso l’attività di Google anche nel 2018, un’attività iniziata nel 2011 con il rilascio del Google Panda update e resa necessaria dal diffondersi delle fake news.
Si tratta di un problema serio per Google, definito da Danny Sullivan addirittura come:

Google’s biggest-ever search quality crisis.

SEO Google 2018: in primis la lotta alle fake news
Ad oggi Google provvede già a bannare chi fa pubblicità con annunci fake e sta testando nuovi modi per permettere agli utenti di segnalare i contenuti offensivi, migliorando allo stesso tempo l’algoritmo per individuare e penalizzare le informazioni non autoritarie e i tag fact check. Dal 2015 Google sta premiando le pagine che offrono contenuti accurati piuttosto quelle che ottengono inbound links e, se implementato il Knowledge-Based Trust, demolirà tutto quell’insieme di siti che pubblicano con regolarità fake news. La ricerca e la pubblicazione di contenuti veritieri e di alta qualità diventerà quindi un fattore di ranking nel breve periodo.
Voice search e featured snippet in crescita
Una ricerca su cinque da mobile viene fatta con il meccanismo della ricerca vocale e il numero è destinato a crescere grazie a Google Assistant e Google Home (quindi un’ulteriore sfida per i professionisti del posizionamento web). Inoltre si avrà anche un incremento dei featured snippet, che oggi appaiono per il 30% delle 1.4 …
Link alla FONTE